• Foto von monte Lema tra Italia e Svizzera
  • Foto von monte Lema tra Italia e Svizzera
  • Foto von monte Lema tra Italia e Svizzera
  • Foto von monte Lema tra Italia e Svizzera
  • Foto von monte Lema tra Italia e Svizzera
  • Foto von monte Lema tra Italia e Svizzera

Zeit  4 Stunden 35 Minuten

Koordinaten 2685

Hochgeladen 4. Juli 2016

Aufgezeichnet Juli 2016

-
-
1.572 m
424 m
0
6,4
13
25,62 km

angezeigt 1161 Mal, heruntergeladen 31 Mal

bei Dumenza, Lombardia (Italia)

Il percorso più veloce per raggiungere la vetta del monte Lema dal versante italiano.
Si parte da Dumenza, la traccia inizia in un comodo parcheggio di un alimentari del luogo, sale subito su asfalto, attraversa il centro storico prosegue sempre in salita per una strada per nulla trafficata, anzi deserta che porta a Pradecolo. Sono 10km di asfalto per 600metri di dislivello sino al Rifugio Campigli. Da qui inizia lo sterrato sempre in salita si attraverso una bella faggeta sempre su sterrato per poi diventare uno splendito singletrak in salita a tratti esposto, qualche rampa non pedalabile. Arrivati in uno spazio erboso si nota un rudere, da qui si vede la vetta del Lema e il lago Maggiore. Oggi tempo brutto e troppa foschia..vedo a malapena la cima. Seguendo la traccia prosegue un singletrek in leggera salita per poi giunti in svizzera le indicazioni portano ad una sterrata infernale...fondo smosso, trochi in mezzo non sempre si riesce a pedalare. Si arriva alla cabinovia del monte Lema e all'ostello. La salita è finita ora preparatevi per i 10km di discesa. La salita in vetta al Lema si fa a piedi
La traccia prosegue al di la del piazzale della cabinovia, dopo il poco cemento inizia lo strepitoso singletrek che vi porta nel versante opposto del Lema, è pulito e si fa tutto in sella. Ben presto ci si ritrova sui campi da sci un po' scassati ma si fanno, poi il sentiero riprende i caratteri del singletrek con tornanti i più fattibili in sella, sempre discesa a non finire mai . L'ultimo tratto è piuttosto impegnativo per via del fondo smosso.
Arrivati sul piano si seguono le indicazioni per Astano ancora discesa, ancora single tra i boschi per poi rientrare in Italia, Nel finale tratto di scalini molto stretti e pendenti, a piedi poco dopo notante il cippo a terra datato 1929 che definisce il confine.

La traccia prosegue sempre in sterrato un po' largo, cancello aperto forse il confine di un tempo, per poi ritornare in single e per finire un'interminabile discesa scalinata che mette a dura prova i freni e le braccia...attenzione l'uscita che sbuca su asfalto. Siete a Dumenza pochi km dal parcheggio.
La discesa è molto bella e merita le fatiche della salita! si fa con qualunque mtb ma con una full si gode maggiormente, bel giro, consigliato!

3 Kommentare

Du kannst oder diesen Trail