Zeit  2 Stunden 46 Minuten

Koordinaten 285

Hochgeladen 15. September 2019

Aufgezeichnet September 2019

  • Rating

     
  • Information

     
  • Einfach zu folgen

     
  • Landschaft

     
-
-
401 m
377 m
0
0,4
0,9
1,73 km

angezeigt 173 Mal, heruntergeladen 2 Mal

bei Castelbuono, Sicilia (Italia)

Estratto da wikipedia
Castelbuono (Castiddubbonu in siciliano) è un comune italiano di 8 627 abitanti della città metropolitana di Palermo in Sicilia.
L'abitato sorge a circa 423 m s.l.m., sulle pendici del colle Milocca, tra i centri di Pollina a nord, San Mauro ad est, Geraci Siculo a sud-est, il massiccio delle Madonie a sud ed Isnello e Gibilmanna (Cefalù) ad ovest. Fa parte del Parco delle Madonie.
Monumenti e luoghi d'interesse
Castello dei Ventimiglia
Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Castello dei Ventimiglia (Castelbuono).
Il castello

In seguito al restauro del 1997 sono emerse le strutture di un edificio precedente al castello dei Ventimiglia, voluto nel 1317 dal conte Francesco I Ventimiglia. L'edificio attuale è il risultato di numerosi rifacimenti, che rendono difficile la ricostruzione del suo originario aspetto. A semplice pianta quadrangolare, mostra all'esterno un misto di stili che in quel periodo influenzavano tutta l'architettura siciliana. Il volume a cubo richiama lo stile arabo; le torri angolari quadrate riecheggiano quello normanno; la torre rotonda si rifà invece alle costruzioni militari sveve. Nel terremoto degli inizi del XIX secolo scomparvero i merli, della forma ghibellina, a coda di rondine, ed inoltre mura di cinta, torri ed archi, oggi andati in rovina. Alcune strutture difensive del XIII secolo e alcuni ambienti del XIV secolo sono invece rimasti intatti. Nel 1920 il castello, che intanto era venuto in possesso del barone Fraccia, passò al comune di Castelbuono. Adesso è sede del Museo civico.
Architetture religiose
Campanile della Parrocchia Maria Santissima Assunta "Matrice Vecchia"
Chiesa di Maria Santissima Assunta, matrice vecchia
Chiesa della Natività di Maria, matrice nuova
Chiesa di San Francesco
Chiesa di Sant'Antonino Martire
Chiesa di Santa Maria degli Angeli
Oratorio del Rosario
Chiesa di San Nicola
Chiesa e badia di Santa Venera
Chiesa dell'Itria
Chiesa dell'Annunziata
Chiesa di San Vincenzo
Chiesa di Sant'Agostino
Chiesa della Santissima Trinità
Chiesa del Monte Calvario
Chiesa della Madonna della Catena
Chiesa della Madonna del Palmento
Chiesa di Santa Lucia di Campagna
Chiesa di San Giovanni fuori le mura
Chiesa di San Nicasio
Chiesa della Santuzza (Madonna delle grazie)
Cappella della Santa Croce
Ex chiesa del Crocifisso
Ex chiesa di San Giuseppe
Ex chiesa del monte
Ex eremitaggio della Madonna del parto
Fontana della Venere Ciprea
Al centro della "terra vecchia", oggi il corso principale, è la fontana della Venere Ciprea (XV secolo), che decorava, insieme a un variegato sistema di fontane, il belvedere dei Ventimiglia, ovvero il meraviglioso giardino rinascimentale inserito nel complesso comprendente anche la dimora dei Ventimiglia nei pressi del monastero dei francescani e della cappella di famiglia, dedicata a sant'Antonio, meglio conosciuta come Mausoleo dei Ventimiglia. La fontana fu ricomposta nel 1614 nella sua attuale collocazione. In alto si trova un'arcaica statua di Venere accovacciata, al centro Venere con Cupido e in basso
pannelli di arte greca che raffigurano 4 miti di Venere. Le statue furono ritrovate durante il dissodamento delle terre del giardino ventimigliano; una lapide ricorda il ritrovamento.
Una delle tradizioni più antiche e sentite di Castelbuono è quella di offrire al pubblico, nel periodo di carnevale, rappresentazioni teatrali a carattere satirico che hanno come bersaglio personaggi, luoghi, eventi, fatti di rilevanza locale avvenuti nell'ultimo anno. A Castelbuono queste rappresentazioni vengono definite "maschere", nel linguaggio di ogni giorno, mentre ognuna delle serate in cui vengono rappresentate in pubblico viene definita "veglione". Gli autori/attori, rigorosamente locali, a sottolineare l'estrazione paesana di questa tradizione, riuniti in "gruppi mascherati", già a partire dal periodo natalizio si impegnano nella scrittura dei copioni e nella progettazione delle coreografie e delle trovate sceniche.
A Castelbuono il carnevale, da sempre, si è identificato con il veglione, che oltre all'avvenimento principale, costituito dalla rappresentazione delle maschere, ospita serate danzanti aperte a tutti i cittadini. Il veglione ha avuto come sede dapprima il vecchio Teatro comunale, quindi il Cine Teatro Le Fontanelle e infine il Cinema Astra, che lo ospita ad oggi (2010).
Anche se non si possiedono fonti scritte, la tradizione orale ha tramandato che, in origine, le maschere erano delle rappresentazioni a carattere prevalentemente coreografico. Più tardi, nei primi anni del XIX secolo, si rintracciano forme di parodia, fatte soprattutto attraverso realizzazioni in cartapesta dei numerosissimi artigiani che vi si dedicavano. Nel secondo dopoguerra, la maschera si è spostata verso forme cantato-recitative, sia attraverso bozzetti in rima, che con improvvisazioni di personaggi analoghi a quelli della commedia dell'arte. A partire dagli anni settanta, la maschera, pur continuando ad attingere a fatti e personaggi del paese, si è evoluta attraverso i contributi specifici di alcuni gruppi mascherati.
Wegpunkt

Castelbuono (423m)

Wegpunkt

Maria Santissima Assunta

Wegpunkt

888

Wegpunkt

889

Wegpunkt

890

3 Kommentare

  • enricatitti 24.08.2020

    Molto carino e da non perderevisita al castello

  • Foto von luca berni

    luca berni 24.08.2020

    Confermo. Grazie della recensione

  • Foto von giorgiopat

    giorgiopat 14.09.2020

    Ich bin diesem Trail gefolgt  Mehr anzeigen

    Trekking urbano nel Borgo di Castelbuono. Semplice ma piacevole passeggiata per le vie del paese. Tappa obbligata in una nota pasticceria (con bar dalla parte opposta della strada) per dedicarsi un momento di dolcezza.

Du kannst oder diesen Trail