Zeit  7 Stunden 22 Minuten

Koordinaten 2135

Hochgeladen 25. April 2017

Aufgezeichnet April 2017

-
-
688 m
343 m
0
4,1
8,2
16,35 km

angezeigt 1057 Mal, heruntergeladen 17 Mal

bei Bordignano, Toscana (Italia)

Escursione nella selvaggia valle che degrada sul Torrente Diaterna percorrendo antichi sentieri e mulattiere, incontrando ruderi di coloniche e antichi borghi lungo i versanti dei tre rami che lo compongono (Ramo di Valica - Ramo di Caburaccia - Ramo di Castelvecchio). Si consiglia di seguire la traccia in quanto la segnaletica in alcuni casi risulta assente in altri di difficile individuazione. Si parte da Cerreta percorrendo una strada poderale passiamo da il Poggiolo, superato i ruderi di Gualiguando si abbandona la strada scendendo lungo la ripida riva sul Torrente Diaterna (Ramo di Valica). Attraversato il torrente incontriamo casa Mulianaccio da cui inizia una carareggia che in ripida salita ci conduce ad un bivio; (seguire la traccia) prima seguiamo la strada sulla sinistra visitando i ruderi del piccolo borgo del 1600 "Le Grillose" (mt.508) , successivamente seguiamo le indicazioni del segnavia raggiungendo i ruderi di Cerretana. Ritornati sui nostri passi proseguiamo per la carrareccia incontrando una colonna quadrangolare di pietre, inclinata verso la strada ed utilizzata come tabernacolo. Proseguiamo fra marronete e panorami sulla valle circostante, superiamo il Baco, Ca' di Fabbri, Calcinare, dove vi è la piccola chiesa di S. Cristina ed un agriturismo. Svoltiamo a destra lungo la SP.117, prima del ponte sul Torrente Diaterna (Ramo di Caburaccia) facciamo una deviazione al vecchio mulino Bittini (oggi casa privata). Iniziamo a salire in direzione di Bordignano, superando il Ramo di Castelvecchio del Torrente Diaterna. A Bordignano ci soffermiamo sulla collinetta sovrastante il grazioso gruppo di case sulla sinistra (seguire la traccia), da qui si ha un bel panorama sulla valle sottostante con vista sul Monte Canda e sull'obelisco di Belmonte. A Bordignano (mt.524), già sede di una pieve degli Ubaldini e per secoli terra di frontiera, si racconta che nel 1506 venne Niccolò Macchiavelli, allora segretario della Repubblica di Firenze a reclutare 2 compagnie di soldati che stazionarono a Firenzuola e Piancaldoli per lungo tempo. Superato la Pieve di S.Giovanni si prende il sentiero per La Torta (mt.692), un'altro piccolo e grazioso borgo contadino. Scendiamo lungo il versante del Torrente Diaterna (Ramo di Caburaccia) ai ruderi di Le Campore (mt.506); qui il sentiero si fa incerto (seguire la traccia). Giunti sulla riva del Torrente Diaterna possiamo attraversare il torrente oppure percorrere un ponte sospeso (prestare attenzione ai cartelli di divieto e pericolo). Ci soffermiamo sulla riva opposta del torrente dove vi è una sorgente di acqua solforosa ritornando al piccolo borgo di Cerreta.

5 Kommentare

  • Foto von marcofanta

    marcofanta 27.02.2019

    grazie della descrizione, molto interessante, prossimamente lo farò

  • Foto von Thorio

    Thorio 02.03.2019

    Ciao, sulla carrabile passato gualiguando è presente qualche segnavia che indica la strada per il mulinaccio? C'è una traccia visibile?
    Il guado è semplice?
    Grazie

  • Foto von Mokatrekking

    Mokatrekking 02.03.2019

    Buonasera Thorio, come puoi notare sono passati circa due anni da quando ho eseguito questa escursione, in quell'occasione i segnavia erano quasi del tutto assenti e di difficile individuazione. Nelle nuove carte escursionistiche del CAI di Firenze il tratto "Poggiolo - Gualiguando - Mulinaccio - Le Cortine" la segnaletica risulta come "Altri Sentieri".
    Mi sono informato da un mio compagno di trekking che ha eseguito ieri parte di quell'escursione, mi ha confermato che la segnaletica risulta sempre insufficente e la traccia poco visibile, ti consiglio quindi di seguire la mia traccia GPX. Ieri il guado non presentava problemi.
    Buona escursione, Mokatrekking.

  • Foto von Mokatrekking

    Mokatrekking 02.03.2019

    Buonasera Marcofanta, mi fa piacere che hai apprezzato questa mia escursione. E' nei miei programmi ripetere in questa primavera l'anello. Buon trekking, Mokatrekking.

  • Foto von Thorio

    Thorio 03.03.2019

    Grazie della rapida ed esaustiva risposta.
    Ciao e buon cammino.

Du kannst oder diesen Trail